Spotlight

Lassù sulle montagne…sicure

fronte programma-conferenza-finale-e-resmont ita-1Il 07 dicembre 2017, presso la Sala Mont Blanc del Centro Congressi di Courmayeur (AO), si terrà la Conferenza finale - accreditata ECM - del progetto e-Rés@mont dal titolo: “Medicina di Montagna e Telemedicina: applicazioni sanitarie innovative a servizio della montagna”, rivolta al personale sanitario e ai tecnici del settore medico desiderosi di approfondire le tematiche inerenti la Medicina di Montagna e il teleconsulto medico a distanza. La Conferenza sarà anche il momento pensato per illustrare e condividere con il pubblico i risultati conseguiti e le lezioni apprese nei 18 mesi di attività del progetto, attraverso una serata divulgativa dedicata ai cittadini e ai turisti.

Il progetto e-RÉS@MONT, finanziato nell'ambito del Programma Interreg VA Italia-Francia ALCOTRA 2014/2020, si pone quale principale obiettivo l'aumento della sicurezza sanitaria in montagna attraverso lo sviluppo, l'implementazione e la promozione di servizi di medicina di montagna innovativi e di prossimità, basati sulle tecnologie della telemedicina e del teleconsulto e rivolti a residenti, turisti e professionisti della montagna. Rinforzando e migliorando i servizi sanitari dei territori più isolati, il progetto contribuisce a contrastare lo spopolamento delle aree periferiche, migliorando così l'attrattività dei territori e favorendo, al contempo, un maggior afflusso turistico.fronte programma-conferenza-finale-e-resmont ita t

Particolare attenzione, anche dal punto di vista della ricerca e sperimentazione di nuove soluzioni per il suo trattamento, è rivolta al mal di montagna, patologia spesso sottovalutata da chi frequenta, lavora e vive le alte quote.

Le attività più significative prevedono: la sperimentazione di cinque postazioni sperimentali di teleconsulto medico in Valle d'Aosta e quattro nel Vallese, la definizione e la messa a disposizione di un'Applicazione mobile sul mal di montagna, la ricerca e sperimentazione di soluzioni innovative per il trattamento delle più comuni patologie legate all'alta quota (mal di montagna, congelamenti, ecc.). Il tutto arricchito da numerose attività di formazione e divulgazione.

IFC ha portato il suo expertise medico e clinico nella persona di Lorenza Pratali, Ricercatrice CNR, per implementare i contenuti medici della piattaforma di telemedicina (in collaborazione con CNR-ISTI); inoltre ha coordinato la parte relativa alla ricerca sulla malattia ad alta quota e gli aspetti preventivi (in collaborazione con il gruppo di epidemiologia del CNR-IFC). Altro argomento di ricerca affrontato dalla Dott.ssa Pratali è stato quello di indagare il legame fra il quantitativo di esercizio fisica svolto in alta quota e la prevenzione cardio-vascolare. Importante si è rivelata la collaborazione con l’"Ambulatorio Medicina di montagna" - ASL Aosta, sullo studio di un test per la caratterizzazione e sicurezza dei soggetti cardiopatici che frequentano la montagna per diletto e/o per lavoro.

Per maggiori dettagli: http://www.fondazionemontagnasicura.org/eventi/conferenza-finale-del-progetto-e-resmont