Spotlight

IFC vola dal Polo Nord al territorio toscano: in missione con i droni

Schermata 2017-10-20 alle 10.18.50Da circa 4 anni, l’Ing. Andrea Berton dell’Istituto di Fisiologia Clinica del C.N.R., coordinatore del servizio dell’Area della Ricerca di Pisa (Fly&Sense), progetta, realizza e pilota apparecchi SAPR (sistema aereo a pilotaggio remoto), utilizzati in attività di Ricerca e Sviluppo. Inoltre, nel dicembre 2016 ha conseguito la qualifica di “esaminatore” (Rif. ENAC 2017/0020277) per SAPR con massa al decollo inferiore a 25kg e ad oggi risulta l’unico dipendente C.N.R. a possederla. Andrea infatti, in qualità di formatore e esaminatore della scuola di formazione Zefiro Ricerca & Innovazione srl, riconosciuta da ENAC (Rif. ENAC.CA.APR.034), esamina i futuri piloti autorizzati all’uso dei SAPR.

Come è noto, il Cnr è presente alle Svalbard dal 1997 con la stazione “Dirigibile Italia” (https://www.facebook.com/dirigibileitalia/) e, dal 2009, con la torre “Amundsen-Nobile” a Ny-Ålesund, dove ha rilanciato le attività di ricerca in Artico in particolare per i processi che riguardano l'interazione tra superficie e atmosfera. L’Ing. Berton ha formato i piloti di due droni che hanno partecipato alla campagna di monitoraggio ambientale nell’Artico condotta dai colleghi del C.N.R. (Issia e Ibimet), e ha partecipato allo sviluppo della centralina low cost mobile per SAPR che è stata utilizzata per monitoraggio atmosferico al polo.

http://www.issia.cnr.it/wp/svalbard-2017

 

A valle di questa esperienza, in collaborazione con i colleghi del C.N.R. Ibimet, dell’Università di Pisa e di ARPAT, l’apparecchiatura SAPR dotata della centralina di monitoraggio atmosferico sarà utilizzata in un percorso di utilizzo sul territorio toscano, raccogliendo dati a complemento di quelli rilevati dalle centraline a terra. L’obiettivo del progetto è quello di ridurre la variabilità dei dati registrati utilizzando più stazioni low-cost, sia fisse che mobili.Schermata 2017-10-20 alle 10.19.14

Infatti, il progetto “AIR QUALITY CAPANNORI: Monitoraggio di diversi inquinanti atmosferici da terra e da SAPR” analizzerà l’area del Comune di Capannori utilizzando centraline low cost a terra: posizionate in quattro zone, rispettivamente localizzate a ridosso della centralina ARPAT, in una zona extraurbana trafficata (autostrada/aeroporto), in strada urbana, in strada extraurbana (utilizzata come riferimento) ed una mobile installata a bordo di un SAPR per i profili verticali. I dati ottenuti dalle determinazioni saranno considerati dati sperimentali, utilizzabili per la messa a punto e calibrazione dell’hardware di rilevamento, che in futuro sarà impiegato su più larga scala al fine di effettuare uno screening più accurato del territorio a complemento dei dati acquisiti dalle centraline fiscali ARPAT già operative.

Andrea, il prossimo 27 ottobre dalle ore 9.00 presso la sala gialla del Centro Congressi Le Benedettine a Pisa, presenterà la nuova tecnologia all’interno del “Festival dell’Innovazione in Sanità Pubblica” nella sessione “Nuove tecnologie per monitorare l'ambiente”. (Per informazioni: https://www.unipi.it/index.php/formazione-insegnanti-in-servizio/item/10001-festival-dell-innovazione)