La Direzione

iervasi2Il Dr. Giorgio Iervasi è il Direttore dell’Istituto di Fisiologia Clinica dal 1° Maggio 2014.

La sua attività di ricerca è essenzialmente focalizzata su tematiche interdisciplinari di tipo cardio-endocrino-metabolico:

- Studio delle interazioni fisiologiche e fisiopatologiche tiroide/cuore in modelli sperimentali ed umani di vari tipi di patologia tiroidea e/o cardiaca;

- Studio del metabolismo ormonale tiroideo nelle varie fasi evolutive dello scompenso cardiaco;

- Studio della regolazione integrata neuro-ormonale dei fluidi corporei ed elettroliti nella dinamica evolutiva dello scompenso cardiaco;

- Sviluppo di nuovi modelli cinetici per lo studio in vivo della distribuzione e “turnover” delle plasmaproteine nell’uomo con particolare riferimento agli ormoni tiroidei e peptidi cardiaci natriuretici.

L’approccio adottato, di tipo traslazionale, si estende dalla modellistica e dal testing laboratoristico, all’esperienza in ambito fisiopatologico, clinico ed epidemiologico.

Da un punto di vista sperimentale/modellistico il contributo di maggior rilievo ed innovazione è rappresentato dalla messa a punto di una sofisticata metodica tracciante per lo studio cinetico in vivo della distribuzione e rinnovamento dell’ormone atriale natriuretico (ANP). Tale metodica è a tutt’oggi l’unica tecnica riportata in letteratura per lo studio del metabolismo dell’ANP nell’uomo in condizioni di stato stazionario. Gli ultimi 10-15 anni di attività sono stati dedicati in particolare alla comprensione del ruolo patogenetico, e relative implicazioni cliniche, di una disfunzione tiroidea sulla patologia cardiovascolare con un focus sulla cosiddetta “sindrome da bassa triiodotironina (T3)”. Per gli studi effettuati ed i risultati conseguiti nel campo del trattamento con ormoni tiroidei in corso di malattie critiche, in particolare cardiovascolari, il Dr. Iervasi, ormai da molti anni nella comunità scientifica sia endocrinologica che cardiologica, è riconosciuto fra i maggiori esperti a livello internazionale delle interazioni cuore/tiroide.

È autore di un totale di oltre 350 pubblicazioni (Lavori su Riviste, “Proceedings”, Capitoli di Libri e “Abstracts” di Presentazioni a Congressi, la maggior parte di queste a carattere internazionale) per un Impact Factor totale: 540; Impact Factor medio per pubblicazione: 4.3; h-index: 29.

È inoltre Editore della monografia internazionale (Springer-Verlag 2009) “Thyroid and Heart Failure: from Pathophysiology to Clinics” (Forewords: PW Ladenson Editor in Chief Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism and A Maseri President Heart Care Foundation). Svolge, a tutt’oggi, attività continuativa di Referee per le più importanti Riviste Scientifiche Internazionali nel settore clinico/sperimentale della medicina interna in generale e della cardiologia ed endocrinologia in particolare, come da elenco sotto riportato in ordine alfabetico: American Journal of Cardiology, American Journal of Physiology, Biochemistry and Cell Biology, Circulation, Clinical Endocrinology,Critical Care, Critical Care Medicine, Endocrine, Endocrinology, European Journal of Endocrinology, European Journal of Clinical Investigation, European Radiology, Experimental Physiology, Hormone Metabolic Research, ICRS Cardiology, Intensive Care MedicineJournal of Clinical Endocrinology and Metabolism, Journal of Endocrinology, Journal of Molecular and Cellular Endocrinology, Medical Science Monitoring, Molecular and Cellular Endocrinology, Nature Reviews Endocrinology and Metabolism, Regulatory Peptides, Thyroid.